Progetti Standard

Progetto Standard
Med Pearls
The Mediterranean as an innovative, integral and unique destination for Slow Tourism initiatives
A – Promuovere lo sviluppo economico e sociale
A. 1 – Competitività e sviluppo delle Piccole e Medie imprese
A.1.3 – Turismo sostenibile

Catalan Tourist Board (Spagna)

Mediterranean Pearls aps (Sicilia)
- Referenti: Debora Sanna, Filippo Zullo
  E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 

  • Confederation of Egyptian European Business Associations (Egitto)
  • Municipality if Thessaloniki (Grecia)
  • Discovery Travel & Tourism LLC (Giordania)
  • Palestine information & communications technology incubator (Palestina
  • Palestine Wildlife Society (Palestine)
  • Federation of Egyptian Chambers of Commerce – Alexandria Chamber (Egitto)

Med Pearls punta al posizionamento internazionale del Mediterraneo come destinazione unica ed integrale per sperimentare lo stile di vita dell’area tramite il Turismo Slow (TS), invitando i viaggiatori a scoprire la sostenibilità di nuove destinazioni attraverso la conoscenza ed il contatto diretto con le comunità locali. La strategia di intervento si basa sulla creazione di un insieme di 26 nuovi prodotti TS da parte delle società di gestione delle destinazioni e delle imprese attive nell’ICT, grazie al supporto finanziario e tecnico chiamato “Product Development and Innovation Facilities”. L’idea è quella di concepire esperienze tra loro simili, basate su tipologie di prodotti e tematiche concordate tra i partner, per consentire a tutti i viaggiatori esperienze della stessa qualità in ognuna delle 13 aree target selezionate. Il progetto finanziato dal ENI CBC MED è rivolto sia ai mercati locali sia a quelli internazionali – come USA, Canada, Europa settentrionale, Russia o Asia – con la pianificazione di una commercializzazione inclusiva e strategie di mercato.

Gli effetti positivi delle attività di Med Pearls sono collegati alla creazione di opportunità di lavoro che derivano dallo sviluppo di prodotti di Turismo Slow e dall’associata estensione della durata media della permanenza dei viaggiatori in un’area territoriale dello spazio Mediterraneo. Da un lato, le zone turistiche meno conosciute vengono promosse sfruttando le risorse locali in modo sostenibile e responsabile; dall’altro, le comunità e le aziende locali giocano un ruolo essenziale nella creazione di prodotti TS. Ma è la strategia di “cross-selling” ad assicurare che il Mediterraneo venga commercializzato come destinazione turistica integrale, e non semplicemente come somma di diversi mercati. Con questo approccio, si mira alla formazione di 390 persone su sviluppo,  marketing e protezione di prodotti di Turismo Slow. Altri risultati attesi sono: 2 strutture per lo sviluppo dei prodotti e dell’innovazione nel settore TS, 26 prodotti di settore e 6 soluzioni ICT, 40 iniziative di marketing e visibilità per promuovere e sviluppare i prodotti turistici e le destinazioni, 13 piani di azione per l’implementazione di strategie del Turismo Slow nelle aree pilota.

  • 630 attori privati tra Aziende di Gestione delle Destinazioni, proprietari di alloggi, aziende di trasporti, aziende sportive e di turismo attivo, start-up nell’ambito ICR
  • 120 enti pubblici
  • Comunità turistiche e locali
01-09-2019
31-08-2022
3 milioni di euro

Mediterranean Pearls aps (Sicilia): € 446.502,44

#medpearls #GOMED
Torna all'inizio del contenuto