Progetti Standard

Progetto Standard
MEDISS
Mediterranean Integrated System for Water Supply
B – Orientare sfide comuni per l'ambiente
B. 4 – Tutela dell'ambiente, adattamento e mitigazione degli effetti del cambiamento climatico
B.4.1 – Efficienza idrica

Palestinian Wastewater Engineers Group – PWEG (Palestina) 

  • Ente strumentale della Regione Sardegna – Enas, Dipartimento progetti e strutture
    Referente: Maria Antonietta Dessena
    E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

  • Università di Cagliari - sezione CIREM Centro CRENOS per la ricerca economica nord-sud
    - Referente: Emanuela Marrocu
      E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
    - Referente: Carlo Perelli
      E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  • Aqaba Water Company Quality Assurance and Strategic Planning Department (Regione Al-Aqaba, Giordania)
  • Arid Regions Institute, Eremology and Combating Desertification Laboratory/ Regional direction of Gabes (Regione Gabès, Tunisia)
  • Governorate of Jericho & Al-Aghwar (Palestina)

In base alle caratteristiche ed alle esigenze specifiche delle aree partner – Palestina (Jordan Valley), Giordania (Aqaba Governorate), Italia (Olbia) e Tunisia (Gabès) – la missione di MEDISS è testare soluzioni innovative nell'uso delle acque reflue bonificate e nella desalinizzazione delle acque salmastre per avvalersi, alla fine, di un'irrigazione alternativa per coltivazioni di qualità. Non solo iniziative di sensibilizzazione specifiche a favore di risorse idriche non convenzionali (NCWR), dunque, ma anche formazione sulle migliori pratiche agricole: così il progetto, a lungo termine, contribuirà da un lato a ridurre la pressione sull'uso delle falde acquifere nello spazio mediterraneo ed i costi per l'approvvigionamento idrico; dall’altro, porterà ad una maggiore produttività e diversificazione delle colture, aumentandone la sicurezza alimentare ed i profitti per gli agricoltori coinvolti nelle attività. Obiettivo finale: lo sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico per tutte le comunità e le istituzioni locali.

L'uso di meno acqua salata in agricoltura porta ad un impatto positivo sulla qualità del suolo, consentendo un aumento della quantità/qualità della produzione. Ma come passare da colture di valore inferiore (foraggio, cereali) a quelle più redditizie (agrumi, ortaggi, arboricoltura)? La risposta di MEDISS propone soluzioni concrete in numeri: 1 database sull'approvvigionamento idrico, la qualità dell'acqua, la composizione del suolo e la situazione delle colture nelle 4 aree target; 4 azioni innovative per la fornitura di NCW implementate per diversi scopi domestici e di irrigazione; 7 accordi di consegna con le autorità locali e le agenzie idriche per garantire la gestione degli impianti dopo la fine del progetto; 4 operatori tematici transfrontalieri e reti di ricerca sulla fornitura di NCW per scopi agricoli e domestici; 15 piani di governance locale che integrano le soluzioni di fornitura NCW di MEDISS. In totale, alla fine, il risultato ambizioso è di 1.450 ettari di terreno irrigato con il trattamento di acque reflue.

  • 160 agricoltori grazie alla maggiore disponibilità e qualità dell'acqua
  • 15 organizzazioni locali coinvolte nella gestione delle risorse idriche (comuni, autorità locali, agenzie pubbliche)
  • Comunità locali
  • Responsabili politici nazionali e regionali che acquisiscono dati pertinenti e buone pratiche su soluzioni innovative per l'approvvigionamento idrico
01-08-2019
31-07-2022
2.4 milioni di euro
  • Autorità idrica sarda (Sardegna): € 517.027,09
  • Università di Cagliari (Sardegna): € 252.799,27
#GOMED #MEDISS #GOMEDISS #WaterSupply #EfficienzaIdrica
Torna all'inizio del contenuto